Luce Selen Caponegro

di Mattia Pagliarulo*

Una giovane ragazza anticonformista di nome Luce Caponegro scelse di percorrere i sentieri dell’erotismo con tale forza e passione da diventare Selen, una delle più note pornostar degli anni 90’ ed un’icona di bellezza e seduzione intramontabile e senza tempo. Oggi dopo più di vent’anni in cui ha deciso di ritirarsi dal mondo dell’hard la splendida Luce (di nome e di fatto) è una donna saggia e consapevole: una madre affettuosa, autorevole ma non autoritaria ed un’imprenditrice del settore beauty innamorata del suo lavoro. In quest’intervista ci racconta la sua nuova vita: una vita normale tanto desiderata, cercata e voluta.

Da svariati anni ha deciso di uscire dal mondo dello spettacolo e dedicarsi ad una nuova carriera, quella imprenditoriale, aprendo un centro estetico nella sua città natale, ce ne parli.

Da 14 anni ho intrapreso questa nuova strada, aprendo un centro estetico a Ravenna chiamato “Estetica e Benessere Luce” che tra l’altro è il mio nome di battesimo, in cui sono sia titolare sia estetista. Questo nuovo lavoro l’ho preso come una missione: volevo occuparmi delle donne, della loro bellezza, femminilità, del loro sapersi amare di più e prendersi del tempo per curare il loro aspetto nel migliore dei modi; così ho fatto la scuola, mi sono diplomata ed ho aperto questo mio centro. “Luce” è un centro molto bello, accogliente, luminoso, che ho voluto curare in ogni dettaglio e renderlo confortevole al massimo.

Imprenditrice ed estetista ma soprattutto madre di due figli: il più piccolo è adolescente, che mamma è?

Sono una mamma coccolona, affettuosa, molto presente che fa sentire i propri figli protetti. Con mio figlio che oggi ha 14 anni ho un rapporto da mamma ma anche di amicizia e rispetto. Sono fortunata perchè ho un figlio maturo e con la testa sulle spalle. Viviamo insieme io e lui, non essendoci mai stata la figura paterna, ho dovuto fare sia da madre sia da padre e questo ci ha unito molto.

Le manca il mondo dello spettacolo?

Premetto che l’allontanamento dal mondo dello spettacolo è avvenuto volutamente perché sentivo la necessità di disintossicarmi da quell’ambiente che non è per niente facile ed estremamente competitivo. Avevo voglia di vivere una vita normale; ogni tanto il mondo dello spettacolo mi manca, ma sono sicura che in futuro qualcosa tornerò a fare. Il ricordo che ho è ambivalente. Bello perché capita poche volte di vivere un’esperienza così forte e totalizzante tutti insieme in più persone, inevitabilmente nascono delle dinamiche che difficilmente si innescano nella vita di tutti i giorni. Brutto perché non c’è stato un grande legame tra le persone, c’era un clima molto litigioso e si creavano fazioni e gruppetti, e di questo sono stata vittima anch’io. Proprio per questi motivi durante il reality come segno di protesta e ribellione mi sono tagliata a zero i capelli. Dopo 16 anni, rifarei un altro reality, magari il Grande Fratello Vip.

È felice oggi?

Non non credo di essere felice, sono sempre alla ricerca di qualcosa per migliorare la mia vita. L’unico aspetto in cui mi sento totalmente realizzata è il mio essere madre.

Il suo cuore è impegnato?

No, sono single da circa 5 anni. Di ammiratori ne ho, ma nessuno di loro corrisponde a ciò che vorrei io. Trovare un uomo che mi completi non è così facile, o forse è destino…

Prova fastidio o imbarazzo quando la fermano per strada chiedendole un selfie e magari dicendole la tipica frase “ho visto tutti i tuoi film”?

Dipende sempre com’è l’approccio! Se una persona si avvicina a me in maniera gentile e carina, e non ha il rigolino di bava che gli cola giù dalla bocca, mi fa piacere anche fare una foto. A seconda delle persone che mi trovo di fronte posso provare imbarazzo per un passato particolare, non consueto, trasgressivo. Con le mie amiche parlo del passato senza alcun problema e ci scherzo anche sopra. Non ho un problema con il mio passato come molti credono, diciamo che mi dà fastidio quando mi fanno un intervista e la prima cosa che mi chiedono è del mio passato come se esistesse solo quello nella mia vita.

Cosa le piacerebbe fare che ancora non ha fatto?

Il mio libro, che faccio fatica ad ultimare perché non ho mai tempo per scrivere gli ultimi capitoli, si intitolerà “Da bambina sognavo di volare” e sarà pubblicato e distribuito da Cairo Editore prossimamente, appena lo termino!

*L’intervista completa su Dagospia

 

Segui Tinatoday su FACEBOOKTWITTER e INSTAGRAM

SOSTIENI TINATODAY

Tinatoday è un progetto nato dall’idea di un gruppo di giornaliste: creare un giornale scritto da donne per le donne, uno sguardo femminile sul mondo in cui viviamo, troppo spesso raccontato da voci maschili e/o male oriented. Tinatoday parla di fatti di cronaca, politica, economia, anche con approfondimenti, video, interviste ed inchieste. Per continuare a fare questo lavoro abbiamo bisogno del vostro sostegno, anche piccolo.

Per aiutarci a far crescere Tinatoday clicca qui

SOSTIENI TINATODAY



Tinatoday è un progetto nato dall'idea di un gruppo di giornaliste: creare un giornale scritto da donne per le donne, uno sguardo femminile sul mondo in cui viviamo, troppo spesso raccontato da voci maschili e/o male oriented. Tinatoday parla di fatti di cronaca, politica, economia, anche con approfondimenti, video, interviste ed inchieste. Per continuare a fare questo lavoro abbiamo bisogno del vostro sostegno, anche piccolo.

Per aiutarci a far crescere Tinatoday clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TinaToday supplemento quotidiano a LineaNews - Agenzia di stampa fondata da Francesco Brasco nel 1994 - reg. Trib. Vicenza n. 1067 del 18/11/2003
- dir. resp. Francesco Brasco - Direzione e redazione: Piazza delle Biade, 5 - 36100 Vicenza